_ _ L'Architettura
del Lido
_ Comune di Venezia - MunicipalitÓ di Lido Pellestrina - Archivio Storico Municipale - Soprintendenza B.A.P.P.S.A.E. di Venezia e Laguna _ _
home
crediti
contatti
cerca
                 
   


» Presentazione
» mappa del sito
» luoghi e architetture
» itinerari
» protagonisti
» stradario
» elenco edifici
» bibliografia generale
» webgrafia generale
» aggiornamenti

 

 




 


architetto
Giuseppe Torres
(1872-1935)


 

   
Notizie biografiche: Nel 1914 vince il concorso bandito dalla Compagnia Italiana Grandi Alberghi, con un progetto, mai realizzato, di un complesso di ville che sarebbe dovuto sorgere sul Lungomare fra i due grandi alberghi Excelsior e Des Bains.

Al 1917, invece, risale la prima idea del Tempio Votivo, che nasce dal forte interesse religioso e d’arte sacra dell’architetto che, con la pianta centrale dell’edificio voleva rimandare a una serie di elementi simbolici e religiosi. Il Tempio Votivo è anche, non bisogna dimenticarlo, monumento ai caduti della Seconda Guerra Mondiale. Il progetto iniziale di Torres fu affidato, dopo la sua morte, all’ingegner Umberto Fantucci nel 1933: il risultato finale fu, ovviamente, molto diverso dal progetto del 1917. La cupola interna, infatti, doveva essere in legno e vetro: la luce sarebbe dovuta filtrare dalle finestre del tamburo della cupola esterna, mentre Fantucci realizzò in cemento armato la cupola interna con la conseguente mancanza di illuminazione. L’interesse per l’architettura religiosa di Torres non si ferma alla progettazione del Tempio Votivo del Lido, egli si occupò anchedi progetti di restauro, decorazione e ricostruzione di diverse chiese in Veneto ( San Donà di Piave, Chioggia), Calabria (Bagnara Calabra), Toscana (Baldignano).

Nel 1913 l’Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Venezia bandisce un concorso per la realizzazione della Città-Giardino al Lido di Venezia: Giuseppe Torres ne è vincitore assieme al fratello Duilio e all’ing. Tabarroni di Bologna. Dell’iniziale progetto furono in realtà realizzate, in realtà, solo una decina di case.

Del medesimo anno, 1913, è Villa Predelli, anche detta Villa Loredana, con rimandi all’arte classica.

 
   
Bibliografia:   AA.VV. 1982
AA.VV., Progetti per la città Veneta: 1926-1981, catalogo mostra, Vicenza 1982

BARIZZA 1987
Barizza S., Il Tempio Votivo del Lido, ieri, oggi e domani, atti della conferenza e della mostra, a cura del Comando Presidio Militare dell'Esercito di Venezia, interventi di Sergio Barizza e Franca Zanuso-Torres, VENEZIA 1987

DOMENICHINI 2001
Giuseppe Torres 1872-1935. Inventario analitico dell'archivio a cura di Riccardo Domenichini, Padova 2001

LIMONGELLI 1978
Limongelli V., Giuseppe Torres Architetto Veneziano (1872-1935), Catalogo delle opere, tesi di laurea Ca' Foscari, relatore prof. V. Fontana, A.A. 1977-78 (con relativa bibliografia)

TORRES 1924
Torres Giuseppe, Il nuovo Tempio Votivo al Lido, Rivista di Venezia, n.3, VENEZIA 1924

   
Opere realizzate al Lido:
Tempio Votivo, monumento ai caduti (1917)
  casa Predelli, villa Loredana (1913)
   
Progetti per il Lido:   Casa del Poeta (1908)
  Colonia di ville per il Concorso CIGA (1914)
   
    ultimo aggiornamento: 06/02/'09   __
   
   

Valida il codice HTML 4.01 della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C

 
© 2004-2011 - Municipalità di Lido Pellestrina